Il dimissionario impettito

Il dimissionario impettito non saluta i colleghi perché si aspetta che lo facciano loro. L'aria superiore, il cipiglio fiero, si aggira per gli uffici guardando tutti di sottecchi e aspettandosi una furtiva lacrima, un cenno di sconforto, una confessione accorata "Qui non sarà più lo stesso senza di te". Quando qualcuno gli rivolge la parola, egli attende fremendo tra sè. "Ecco, adesso mi saluterà, mi chiederà perché me ne vado". Ma è soltanto per chiedergli che ore sono. Quando incrocia il Presidente, ripassa mentalmente e in un microsecondo tutto ciò che direbbe se gli chiedesse "Sei proprio sicuro della tua decisione ?" e lo implorasse di cambiare idea. Ma quello va a pranzo con la segretaria.

Il punto è che a nessuno importa una sega.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: