I tempi cambiano

Sono reduce da quaranta minuti in un bar, a mangiare una piadina, servito da una ragazzotta con il grugno evidentemente poco contenta di vedere clienti. E chissà perché mai dev’essere così ingrugnita, manco le avessi toccato il culo, anzi magari sorride soltanto se qualcuno glielo tocca, vai a capire. Quaranta minuti al fianco di due distinti giovanotti, professionisti del terziario avanzato qui nel financial district. Quaranta minuti di discorsi con argomento bambini -propri e altrui- e matrimoni e mamme e pippe familiari e Emy ha detto e Francy ha risposto e stikazzy. Né calcio, né donne, né politica, né whisky di malto o vini d’annata. Mancavano soltanto le collezioni autunno-inverno. Si vede che sono entrati in contatto con il proprio lato femminile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: