La festa del condominio

Grande evento, ieri sera, per il condominio, che ha festeggiato i suoi primi cinquant’anni con una pirotecnica festa nel cortile dei box. Ingresso rigorosamente a inviti, mondanità, la crème dell’isolato. Notato l’Amministratore, Dott. Geom. Milo Marcone De Meola, in elegante gessato grigio, accompagnato dal figlio e dalla nuora.
Per l’occasione, consegnata la medaglia d’oro fedeltà al Sig. Codropis (2′ piano), Maresciallo dell’Arma in pensione, abitante il condominio fin dalla fondazione. Commovente la cerimonia di consegna e il discorso dell’Arch. Fangala, vice-presidente del Consiglio di Zona. Leggero imbarazzo del pubblico quando il Codropis ha perso la dentiera tentando di saggiare la nobiltà del metallo.
Gustoso borsc’ ucraino “maison” per tutti, cucinato dalle amorevoli manone di Katja e Svetlana, badanti del Rag. Sulicchia (3′ piano) e del Comm. Cocozza (1′ piano).
Attimi di tensione quando il figlio dell’Amministratore, ritenuto così un bravo ragazzo, ha gustosamente palpato il culo alla nipote della vedova Busegato (3′ piano), invero generosamente esibito grazie a un paio di jeans a vita bassissima. Intervenuto a sedare gli animi già scaldati dal minestrone ucraino, il Dott. Geom. De Meola ha dovuto concedere alla vedova inconsolabile, oltre alle scuse solenni del rampollo, uno sconto sulla tassa immondizie nell’esercizio ordinario 2007-2008.
Unanime approvazione ha suscitato il discorso di don Tano Mistretta, vice-parroco della vicina chiesa di S. Omobono de’ Pauperis con delega agli affari di zona, benedizioni condominiali e riscossione delle offerte spontanee. Il molto reverendo ha portato i presenti alle lacrime raccontando della sua casa natale di Messina, che non c’entra un belino con il condominio di Milano ma tanto i preti se la cavano sempre con i discorsi. Don Mistretta ha poi solennemente impartito la benedizione alle cantine e ai box.
Grande scalpore ha suscitato l’apparizione del P.I. Presciutti, ex-sindacalista dell’Alfa Romeo noto per la sua cronica morosità nel corrispondere le spese condominiali. Accolto al grido di “Devi morire”, ha dapprima tentato di arringare la folla sull’importanza della concertazione, dandosi poi alla fuga.
Botti, ricchi premi, risate e spumante rosé a fiumi offerto dal mini-market Bellomo&Schnauzer, che sono tanto delle brave persone che ti fanno sempre lo scontrino anche se non lo chiedi.
L’inopinato intervento della forza pubblica, invocata dal Giudice Dott. Burrone (1′ piano), noto scassapalle, per l’insopportabile rumore e l’eccessivo tintinnio dei calici ha prematuramente posto fine all’evento. Il Dott. Geom. De Meola ha dato appuntamento a tutti i condomini per la imminente assemblea, con uno sfuggente ghigno apparso, ai più, inquietante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: