Decalogo del (piccolo) Comune moderno

– Sguinzagliare una muta di cani randagi per le strade del territorio comunale. Ovunque uno di loro si fermi a fare pipì, apporre il cartello “Attenzione – Velocità controllata elettronicamente“;

– imporre il limite di 25 Km/h su tutte le strade; nascondere accuratamente nr. 2 autovelox tra cassonetti dell’immondizia, discariche abusive sul ciglio stradale, alberi cadenti; cominciare a contare. (Da una nota del diario privato del Sindaco: “Finalmente approvata delibera di deterrenza eccessiva velocità sulle strade, a salvaguardia di sicurezza donne e bambini. NB ricordarsi di avviare pratiche di gemellaggio con incantevole località turistica di alpi bavaresi o litorale spagnolo; organizzare viaggi di studio in loco; telefonare Olinka e Katharina conosciute in discoteca il mese scorso.“)

– promuovere la pace, la fratellanza tra i popoli, ripudiare la guerra, de-nuclearizzare il territorio; per gli accertamenti radiografici, la Cittadinanza può rivolgersi all’Ospedale del Comune adiacente, notoriamente abitato da guerrafondai;

– applicare criteri steineriani ai cartelli indicatori: no al nozionismo. Non imporre al viandante o all’automobilista la rigidità ex-cathedra della topografia, bensì lasciare libera la sua creatività. Capisca ciò che liberamente desidera capire e imparare. Svolta a destra, divieto di transito, svolta a sinistra sono categorie superate;

– usare toponimi pre-romani: etruschi, sanniti, gallo-liguri perché le radici sono importanti. L’obiezione “in questo cartello non si capisce una sega” non vale (vedi punto precedente);

– avere almeno una ZTL, un PRG, un modulo AK-47 verde;

– promuovere il turismo come insostituibile risorsa di arricchimento culturale, promozione dell’immagine, fratellanza e pace (questa non manca mai). Contestualmente, raddoppiare ICI e tasse locali varie per i non residenti, in quanto barbari sfruttatori delle risorse locali;

– organizzare il premio letterario “Ermes Fagiolazzi” per giovani talenti. Da un’altra nota del diario personale del Sindaco: “Quest’anno Olinka o Katharina come madrina del Premio Letterario ? Valutare” ;

– apporre almeno una targa a ricordo della visita di Garibaldi;

– vantare un ex-concorrente di Rischiatutto rispetto al Comune vicino, notoriamente popolato da poveri cretini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: