L’inventore del telefono cellulare deve essere considerato tra i benefattori dell’umanità. Oltre ad avere permesso alle gentili signore e signorine di raccontarsi le ultime, importantissime notizie sulla messa in piega di Roberta o la dieta (inutile) di Giulia Maria mentre girano per saldi (le due attività, in era ante-cellulare, dovevano essere per forza eseguite in momenti differenti, con notevole spreco di tempo e possibile perdita di occasioni imperdibili per borse e scarpe), oltre a ciò, si diceva, ha finalmente fornito ai timidi un modo in più per fingere disinvoltura mentre mangiano da soli al ristorante o al bar. Un’occhiata al display in cerca di improbabili nuovi messaggi o chiamate, gettata con nonchalance ogni 30-40 secondi, si aggiunge pertanto al soffiarsi il naso, al fischiettare “Oh, when the saints…” tamburellando con le dita, al leggere attentamente l’etichetta della minerale o gli specchi-gadget con i marchi delle birre appesi alla parete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: