Riconoscere al volo il tipo di mutanda indossata dalle ragazze sul metrò (NOTA: questa è la parte più facile perché in genere sono bene in vista.)
Stilare una classifica settimanale per modello, colore, tessuto, stilista, sex-appeal, equo-solidarietà, eco-compatibilità. Denominarla originalmente Hot Parade e piazzarla alle radio più trendy e ai bollettini parrocchiali.  Scansare le accuse di becero maschilismo con un’elegante scrollata di spalle e un sorriso da simpatica canaglia. Ottenere la recensione di un rinomato giornalista che parla perfettamente l’inglese e recentemente anche l’italiano. Proporgli di organizzare il primo concorso di Miss Mutanda in Metrò, promettendogli il ruolo di Alto Presidente della Giuria e Garante dei dati personali (misure, telefono ecc.)

Ottenere un grande successo e fidanzarsi con la seconda classificata, suscitando l’invidia dell’Alto Presidente che non è riuscito a conquistarla. Fuggire con lei a Sestri Levante.

Da lì in poi, è tutta in discesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: