Giovani, espatriati, brillanti, leader naturali: come rianimare il sistema-paese

Niente tasse e figa libera” questa la geniale proposta per riportare i giovani ricercatori nel nostro paese, scaturita dai soci del club “Siamo bravi, siamo belli” durante una delle simpatiche “pizzate” in giro per il mondo con il presidente onorario, il celebre giornalista Menedolgo Cremaschini, noto universalmente per la sua perfetta conoscenza dell’inglese.

Durante la cena, svoltasi nella esclusiva cornice della pizzeria-friggitoria Cammaruozzo&Sons di Cambridge (Massachusetts, non UK, ignoranti di italiani), più di cento “cervelli in fuga” hanno festeggiato 10 anni del club cantandosela e suonandosela, stretti attorno al loro giornalista preferito.

Tra una pizza “Venezzia” (ananas e scaglie di provolone, a forma di gondola, originalissima) e una “Posellipo” (cozze, patate e aragosta del New England, raffinatissima), dopo le inevitabili constatazioni sull’arretratezza della nostra povera italietta e sull’esigenza di riportare in alto la fiamma della civiltà, che essi stessi incarnano senza macchia, non si sono fatti pregare e -come si dice- non hanno nascosto la mano dopo avere lanciato il sasso – e che sasso !

Ho un padre professore e un fratello imprenditore di successo, ma non cerco facili scorciatoie” dice Bernabò Pascolo Alpino, ricercatore in filologia romanza. “Che cosa apprezzo degli USA ? Lo stipendio.

Bisogna rinnovare il sistema-paese e recuperare la competitività attraverso il merito“, gli fa eco Ugo Maria Pola Ramin, da Trebaseleghe agli USA per un dottorato sul consumo di occhiali in Abruzzo nel 1800. “E vuoi mettere quanto si guadagna qui ?

Qui prendo in un mese quello che in Italia prenderei in tre anni. Vorrei tornare, ma sento che là da voi manca un vero e disinteressato afflato per la ricerca“, conclude Emanuele Barattini Bitti, un giovane geologo dalle idee molto chiare.

Quasi al termine della riuscitissima serata, la proposta-bomba gettata sul tappeto da due studenti della Future Leaders School, subito approvata da Cremaschini e rilanciata in diretta 2.0 sul forum del club: niente tasse per i giovani ricercatori che scelgono di tornare in Italia, carriera preferenziale e figa libera.

Soltanto così“, afferma autorevole Pola Ramin, “avremo qualche speranza di farcela.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: