Capsons’ Story

*** Massimo Paletta-Secchiellini ha seguito per Scienza ? Sì, grazie una lezione del luminare internazionale dell’elettrotecnica, John Capsons.

Oggi…cioè…per piacere ! Sostanzialmente…PER PIACERE ! Oggi, dicevo, vale la spesa di fare mente locale e fare un minimo di considerazioni sul nostro problema. Supponete di poter ipotizzare che io sia in grado di riuscire a fare sostanzialmente qualcosa tipo…il quale tiene il paio della corrente. Sostanzialmente vale la pena avere un minimo di logica in queste cose qua, dunque è giocoforza, per riuscire a capire come questo genere di cose avviene, cercare sostanzialmente la soluzione.

Vediamo un attimo di formalizzare il problema: l’altro giorno abbiamo visto un materiale magnetico in cui c’era l’aria, con ventilazione forzata per mezzo di vento; ora, se io sostanzialmente mi diverto a prendere in considerazione la cosa, andiamo a occhieggiare il circuito.

Come vedete, ho indicato con i e i1 le correnti i e i1, e mi darete atto che qui non ci piove. Sostanzialmente, seguendo questa logica, per risolvere questo problema vediamo di partire dalla soluzione: i conti, se non altro, saranno così. B e R se ne vanno fuori dai piedi, H è un termine ridondante e io ottengo sostanzialmente e-1, che poi è il classico 1/e. Quello che avevamo valutato a naso tiene il paio del valore che c’è là per aria.

Facciamo allora una considerazione di tipo interessante: questa è una delle logiche che ci fa capire sostanzialmente che adesso vale la spesa di fare un minimo di considerazioni su ciò che succederebbe in realtà. E’ chiara l’idea ? Se ci fate un attimo di mente locale, questo riesce a mettere in luce come in realtà sono in grado di riuscire a fare, se sono in una condizione in cui io accetto che ciò sia logico, sulla falsariga di quello che è fermo e vero.

Ora, noi ci possiamo trovare di fronte al fatto che noi possiamo volere dimensionare, allora vado a vedere un po’ più di fino e quello che vengo a trovare è che il termine aumenta della corrente che viene attraversata dalla linea. Si nota sostanzialmente che questa sezione sostanzialmente contempla la maggior parte del flusso: il numero di spire gioca a nostro favore e questo implica di conseguenza che ne viene fuori che la resistenzina è ridondante. E questa è una logica molto importante, infatti antecedentemente, rifacendo i passaggi obbligati, facciamo questo passaggio mentale: abbiamo messo il naso dentro il materiale.

Ora, quello che posso dire qui – faccio un discorso al limite – è che è necessario che uno sappia anche un minimo di intuizione ed eviti questa maniera peregrina di dire le cose. Dunque cerchiamo di tirare fuori le cose dal cappello, facendo qualche esempio per gradi. Sostanzialmente facendo lo stesso tipo di operazioni, due segnali a frequenza diversa sono separabili soltanto se sono a diversa frequenza. Questo ha un’importanza incredibile, ed è una delle logiche che ci fanno capire le formule che io ho bisogno. Se questo finisse per misurare la tensione, non starebbe in piedi la logica e non si vede ragione del perché.

Cerchiamo di seguire una logica intuitiva: per gli isolanti troviamo una cosa che potrebbe essere una cosa del genere: V1/V2 lo pongo uguale a t ed ecco che il rapporto tra V1 e V2 è uguale a t. E’ chiara l’idea ? Fateci un attimo mente locale. Si vede a naso che una genesi proviene da questo. Un modo per paccare la scrittura è considerare V1 una grandezza affetta da segno. Con questo caso, nella fattispecie, posso – se volete – fare questo tipo di considerazione: voi non potete fare funzionare un piccolo elettrodomestico per più di dieci secondi. A occhio e croce, sostanzialmente dobbiamo essere in grado di poter riuscire a fare un minimo di disquisizione. E allora di conseguenza quello che ne viene fuori è che il flusso non fa nient’altro che…cioè, non si vede perché non debba essere così ed è saggio aggiungere un particolare: questa scrittura qui la potete scrivere secondo la nota logica, ricordando sempre che corretto è un termine sbagliato.

Il…ecco, ne parliamo la prossima volta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: